Home » Posts tagged with » Lingue e letterature
Semiotica dell’ascolto

Semiotica dell’ascolto

Di Jacques Coursil (traduzione di Maria Giuzio). Presentazione di Domenico Russo. Proponiamo di seguito alcune dense riflessioni di Jacques Coursil sulla musica. Lo facciamo per due importanti ragioni tra le altre. La prima sta nel fatto che Coursil, inserendosi nel filone della prosa scientifica inglese e francese nata nel Settecento in quegli ambienti e tuttora […]

Sillabe strazianti. Revisioni suggerite dal teatro francese

di Rosine S. Schautz. A proposito della sillaba Il mio intento è quello di parlare di quell’atomo del discorso che chiamiamo sillaba, colto però non con l’ottica di un qualche sistema di linguistica teorica, bensì facendo appello ai documenti della storia della pratica drammaturgica, all’interno, o se si vuole ‘dietro le quinte’, del teatro francese. […]

Continue reading …
Quando una sillaba ha tanto senso. Incidenza e valore dei monosillabi nella letteratura tra Sette e Ottocento

di Maria Lucia Zito. Poeti, bambini e filosofi, vedono nella sillaba interi universi, mille possibilità espressive, non calcolabili e non predicibili significati. In quel che segue cercherò di aprire un piccolo spiraglio su tutto ciò, ripercorrendo per rapide aperture di scorci il filo della nostra letteratura tra il Sette e l’Ottocento con l’intento di documentare […]

Continue reading …
Dall’Orbis Pictus al silent book: l’illustrazione nel libro per ragazzi. Cenni storici e considerazioni psico-pedagogiche

Per ogni fanciullo il libro è un oggetto unitario, formato da contenuto e aspetto estetico, senza preferenze tra i due. Ogni sua componente è legata in un unicum e serve a creare l’esperienza della lettura. “La comprensione del suo “contenuto” è solo uno dei molti aspetti di tale esperienza, e da essa indivisibile dal punto […]

Continue reading …
Il volto e l’anima delle macchine nella letteratura inglese

Questo contributo si propone di illustrare tradizione, immagini e significato delle macchine, in particolare di automi, robot ed androidi, sia come simboli positivi di angelici protettori e simpatici giocattoli, sia nella visione minacciosa ed insieme tragica di infidi e vendicativi schiavi disumani. Sezione distintiva di questo articolo è la trascrizione commentata della postfazione, pubblicata nel […]

Continue reading …
L’immaginario ecologico – o green – nella letteratura canadese anglofona

Nella letteratura canadese di lingua inglese, si continua a tracciare un percorso che rielabora la concezione del Canada come Paradiso terrestre o di un Canada edenico, ovvero di un luogo incontaminato, ma soprattutto sede di quel rinnovamento, così ben manifestato dalla natura e trascritto, fin dall’origine dell’umanità, nelle leggende e nei miti vegetativi. Tale uso […]

Continue reading …

La langue, lalangue

Comments Off
La langue, lalangue

di Jacques Coursil. (Traduzione di Maria Giuzio).   l’analyse, cette technique (Lacan). C’est évidemment que j’avais mis à jour le terme de Saussure de la langue que j’écrirai en un seul mot lalangue (Lacan).   La langue e lalangue La psicoanalisi lacaniana insiste in molte occasioni sul proprio statuto di ‘tecnica’, opponendosi in questo modo alla […]

Continue reading …
Cronache di uno strano amore: gli americani e la bomba atomica nei Tranquillized Fifties

di Alessandra Calanchi, Dipartimento di Studi Internazionali: Storia, Lingue, Culture, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo   There are no longer problems of the spirit. There is only the question: When will I be blown up? (William Faulkner 1950)    Asked to nominate a worthy successor to Victor Frankenstein’s macabre brainchild, what should we choose […]

Continue reading …

Le case della vita di Emma Bovary

Comments Off
Le case della vita di Emma Bovary

di Federica Casini.   L’educazione sentimentale di Emma Bovary passa anche attraverso le case in cui abita. Il processo di evoluzione o, meglio, di deformazione morale e spirituale della giovane donna, alla quale si assiste nel corso del romanzo, è fortemente collegato alla questione degli spazi abitativi che fanno da scenario e da contenitore alla […]

Continue reading …

I poeti “decadenti” e l’astronomia

Comments Off
I poeti “decadenti” e l’astronomia

di Filomena Montella. Questa riflessione parte da un’esperienza didattica nata fra i banchi di scuola durante il mio lavoro di insegnante nella scuola secondaria superiore. Con i miei studenti mi sono soffermata su citazioni astronomiche, presenti in poeti “decadenti” quali Giovanni Pascoli e Gabriele D’Annunzio. La riflessione letteraria si è intrecciata naturalmente con quell’astronomica, confermando […]

Continue reading …

François Vatel. Scenografie di una vita

Comments Off
François Vatel. Scenografie di una vita

di Angelo Ariemma, Centro di Documentazione Europea Altiero Spinelli, c/o Università di Roma Sapienza   PROLOGO Il mio nome è Vatel, François Vatel. Maestro delle cerimonie del Principe di Condé, un anziano guerriero, ormai gottoso e completamente indebitato, ma ancora desideroso di guidare l’esercito del Re nelle sue guerre per imporre l’egemonia della sua casata su […]

Continue reading …
Saperi e sapori d’altrove: le scrittrici (si) raccontano

di Silvia Camilotti, IULM – Libera Università di Lingue e Comunicazione. Nella produzione letteraria, oramai ventennale, di autori immigrati in Italia da differenti paesi del mondo, le donne sono risultate sin da subito attive protagoniste, contribuendo a sfatare molti degli stereotipi gender- e race- oriented che solitamente emergono quando la sfera del femminile si intreccia […]

Continue reading …
Il concetto di antiteatro nell’Ubu roi di Jarry

di Federica Casini.               «Nous n’aurons point tout démoli si nous ne démolissons même les ruines ! Or je n’y vois d’autre moyen que        d’en équilibrer de beaux édifices bien ordonnés.» (A. Jarry, Ubu enchaîné)   Il termine antiteatro appare in Francia negli anni Cinquanta e designa storicamente quella tendenza del teatro contemporaneo […]

Continue reading …
Fare esercizi di comprensione in lingua e letteratura straniera

di Roberto De Romanis, Dipartimento di Lettere – Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, Università degli Studi di Perugia. Gli eventi tragici avvenuti recentemente in Francia, come tutti gli altri segnali di conflitto che di continuo rimbalzano in Europa come eco di scontri e battaglie provenienti dai margini del nostro continente, ci interrogano ogni giorno […]

Continue reading …
Eterovalutazione vs autospiegazione: nuove filologie per la divulgazione in aree scientifiche di temi interdisciplinari

di Graziella Tonfoni, Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Alma Mater Studiorum Università di Bologna (tratto da: Graziella Tonfoni, Eterovalutazione vs autospiegazione: nuove filologie per la divulgazione in aree scientifiche di temi interdisciplinari, in Scienze e Ricerche, n. 5, marzo 2015, pp. 52-55)   Premessa Costantemente si notano, oggi, le conseguenze di una oggettiva difficoltà, in particolare […]

Continue reading …

Un teatro per tutti nel lavoro di Jean Vilar

Comments Off
Un teatro per tutti nel lavoro  di Jean Vilar

di Paola Martinuzzi, Dipartimento di Studi linguistici e comparati, Università Ca’ Foscari Venezia Oggi, in Francia, vengono tributati importanti riconoscimenti a Jean Vilar[1]. Possiamo citare un numero monografico della Revue d’Histoire du Théâtre[2], un convegno internazionale promosso dal Ministero della Cultura francese[3], insieme a varie pubblicazioni che spiegano la sua opera, uscite negli ultimi anni. Ci […]

Continue reading …

La parola “lacerata” in Paul Auster

Comments Off
La parola “lacerata” in Paul Auster

di Rossella Giangrande. (tratto da: Rossella Giangrande, La parola “lacerata” in Paul Auster, in Scienze e Ricerche n. 2, dicembre 2014, pp. 114-121) Nato a Newark, New Jersey, il 3 febbraio 1947, Paul Auster, di origine ebraica, vive in pieno contesto postmoderno la crisi dell’uomo contemporaneo. Erede di Samuel Beckett,  Eugene Ionesco e Franz Kafka, Auster, […]

Continue reading …
Scienza e poesia. Uno sguardo gettato ai confini dell’universo

di Vincenzo Crosio. (tratto da: Vincenzo Crosio, Scienza e Poesia, in Scienze e Ricerche n. 2, dicembre 2014, pp. 7-12) La relazione scienza/poesia è una delle più intriganti e conflittuali relazioni tra campi del sapere. Intorno agli anni ’90 del secolo scorso Ilya Prigogine tentò di gettare un ponte tra le scienze e l’umanesimo. Nel post-moderno […]

Continue reading …

Donne. E le parole per parlarne

Comments Off
Donne. E le parole per parlarne

di Patrizia Torricelli. (tratto da: Patrizia Torricelli, Donne. E le parole per parlarne, in Scienze e Ricerche n. 1, novembre 2014, pp. 34-36) Le parole con cui si parla delle cose sono importanti per almeno due ragioni. La prima, è che esse rivelano la mentalità di chi ne parla. Quindi, ci avvertono che bisogna tener […]

Continue reading …

Un petit tour intorno al “viaggio”

Comments Off
Un petit tour intorno al “viaggio”

di Cristina Carosi. Da un punto di vista etimologico viaggio è un termine che deriva dal latino viàticus da cui è poi derivato viàtius nel basso latino, con il significato esteso  riguardante la via o il cammino; dal sostantivo maschile si è sviluppato invece il sostantivo neutro viàticum, con il significato di provvigioni, provviste per il […]

Continue reading …