Colaleo Rosaria

Rosaria Colaleo nasce e vive a Conversano (BA) e fin da giovanissima lavora per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Con una laurea in Scienze dei Beni Culturali (Università di Bari), una Laurea in Conservazione dei Beni Culturali (Università di Venezia) e una in Filosofie della conoscenza, della morale e della comunicazione (Università di Urbino) si interessa di storia dell’arte medievale, in particolare di teoria del restauro (consegue il Master in Caratterizzazione e conservazione dei materiali lapidei e ceramici e sull’argomento, oltre a diversi saggi ed articoli, pubblica I portali della Cattedrale di Conversano), di archivistica (consegue il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica) applicando anche le relative tecnologie informatiche (consegue il Master in Progettazione e gestione dei servizi documentari avanzati): pubblica diversi contributi del settore, offre la sua consulenza per l’organizzazione di mostre, collabora a diversi progetti, di inventariazione e digitalizzazione delle fonti archivistiche negli archivi italiani e europei. Si interessa anche di promozione e valorizzazione di arte contemporanea, curando cataloghi di mostre e scrivendo per diversi artisti italiani e, infine, di filosofia ed epistemologia della scienza (discute una tesi dal titolo L’immagine del mondo nella prospettiva epistemologica di Franco Selleri), con particolare riferimento alle fonti d’archivio. Socio fondatore della Società Astronomica Pugliese, è attualmente attiva nella divulgazione della scienza, in particolare dell’astronomia in territorio sia pugliese che italiano.

Articoli su Scienze e Ricerche

Rosaria Colaleo, La riflessione filosofica di Franco Selleri, fisico eterodosso, in Scienze e Ricerche n. 29, 15 maggio 2016, pp. 39-44

Rosaria Colaleo, L’antica università di Altamura e la collezione del Gabinetto di Fisica e Mineralogia, in Scienze e Ricerche n. 31, 15 giugno 2016, pp. 45-51