La biodiversità agricola come elemento di sviluppo di un territorio. L’allevamento del coniglio

di Michele Cerrato, Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche (DISES), Università degli Studi di Salerno.

Il crescente interesse verso la tutela delle produzioni zootecniche locali è dimostrato sia dalle iniziative Ministeriali volte a valorizzare queste produzioni (elenchi prodotti tipici e atlante dei prodotti tipici dei parchi e delle riserve naturali) sia dalle azioni intraprese dall’ U.E. (regolamento CE 1804/91) finalizzate  alle produzioni di qualità e al recupero della biodiversità. Nel panorama delle produzioni zootecniche di qualità si stanno sempre di più evidenziando gli allevamenti di avicoli, conigli e selvatici (fagiano, quaglie ecc.). Notevole è il numero di prodotti avicunicoli a rischio di estinzione in quanto sono caratterizzati da quantità ridotte o da carenze di materie prime di qualità. Questi prodotti necessitano sia di adeguamenti in materia igienico sanitaria, spesso in contrasto con i metodi e le tecniche tradizionali di conservazione, sia di recupero di redditività.

In quest’ambito è stata realizzata una ricerca sull’allevamento rurale del coniglio…

(… segue …)

(Leggi l’articolo completo: Michele Cerrato, La biodiversità agricola come elemento di sviluppo di un territorio. Il caso dell’allevamento del coniglio in un’area interna della Basilicata, in Scienze e Ricerche n. 12, 1° settembre 2015, pp. 47-50)