Giancristofaro Lia

Lia Giancristofaro (MA, 1996; MA, 1998; PhD, 2004; DEA, 2005) è ricercatrice in Materie Demo-Etno-Antropologiche (con abilitazione a docente di II fascia) presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti, dove dal 2006 insegna Antropologia Culturale, Antropologia Sociale e Antropologia Interculturale. Dirige la Rivista Abruzzese, rassegna trimestrale di cultura regionale fondata a Chieti nel 1948; è parte della Società Italiana per la Museografia e i Beni Demo-Etno-Antropologici, dell’Associazione Nazionale Universitaria Antropologi Culturali, dell’Association for the Study of Food and Society e dell’European Association of Social Anthropologists. Le sue principali aree di lavoro sono le convenzioni UNESCO, la catalogazione analitica e critica dei Beni Culturali Immateriali, le problematiche migratorie, l’antropologia del lavoro industriale e della de-industrializzazione. Ha comunicato presso RAI International, RAI World, Geo&Geo, TG2, Marcopolo Channel, TGR Molise, TGR Basilicata e TGR Abruzzo, dove dal 2008 è ospite della rubrica Buongiorno Regione con interventi finalizzati ad aumentare la consapevolezza del patrimonio culturale locale come base per uno sviluppo sostenibile.

Dal 2015 Lia Giancristofaro è componente del Comitato Scientifico di Scienze e Ricerche e nel 2017 entra a far parte del suo Editorial Board.

Articoli su Scienze e Ricerche

Lia Giancristofaro, Un mondo alimentare sommerso come “museo vivo” della dieta mediterranea, in Questioni di Cibo, supplemento a Scienze e Ricerche n. 7, maggio 2015, pp. 52-60