Exocognition a Scientific fantasia. Caos, Complessità & Cognizione: la scala del gradiente di esocognizione T-SGEC tra ipotesi e prospettive, a partire dalla ricerca scientifica di A. L. Zaitsev ed oltre le teorie Šklovskij/Sagan e la Scala Kardašëv

di Roberto Toscano, Hi-Blue Brain. Saperi & Sistemi Complessi, Academia Scientiarum

Abstract:

Appare sempre più plausibile che i processi di biogenesi, frutto di più eventi ricorrenti che di un unico atto sorgente, abbiano avuto origine sulla Terra da elementari comunità di cellule, coese da una densa rete di scambi eterogenei, emergenti secondo variabili caotiche, di informazioni, adattamenti ed apprendimenti, dalle quali scaturirono i successivi processi di speciazione, secondo scenari complessi adattivi, non più limitabili alla sola dimensione terrestre. Comprendere le peculiarità universali, soprattutto cognitive, che connotano il vivente, ci consente di acquisire gli strumenti per riconoscere ed interpretare gli indizi di forme di vita esotica individuata sulla Terra, dando la giusta interpretazione delle prime tracce di attività biologica registrate, ad oggi ancora comunque da validare in modo definitivo, oltre i confini del nostro pianeta, e volgendo in tal modo specifici settori della ricerca scientifica verso la definizione dei vettori dell’esocognizione. Con quest’ultimo dominio, che in tale sede si presenta per la prima volta, si intende far convergere gli studi e le ipotesi più recenti sulle modalità di elaborazione dell’informazione e di comunicazione iper-complessa oltre i paradigmi umani e secondo particolari ambiti ed approcci innovativi, compreso il settore esobiologico, partendo dagli ATS (Auto – Teleological Super Systems) sino all’ipotesi, che verrà illustrata per la prima volta nelle componenti essenziali all’interno del presente paper, di Multisfera a contrappunto quantico.

It seems increasingly plausible that biogenesis processes, resulting from several recurring events rather than a single primary act, originated on the Earth from elementary communities of cells. Made coherent by a dense network of heterogeneous exchanges of information, adaptation and learning which emerged according to chaotic variables, such cells gave rise to the subsequent speciation processes, according to complex adaptive scenarios, that were no longer limited only to the Earth. The comprehension of the universal features, especially those related to cognition, which connote a living being, allows us to acquire the tools to recognize and interpret the signs of exotic forms of life on earth, thus giving the correct interpretation to the first recorded traces of biological activity outside our planet which however still must be fully validated. Specific areas of scientific research are therefore focused on defining the vectors of exocognition. Presented here for the first time, this field of knowledge incorporates the most recent studies and hypotheses on the modalities of information processing and hyper-complex communication beyond human paradigms in particular fields and according to innovative approaches, including exobiology, which range from ATS (Auto – Teleological Super Systems)2 to the quantum counterpoint multisphere hypothesis, whose essential components will be presented in this paper for the first time.

(…segue…)

Leggi l’articolo: Roberto Toscano, Exocognition a Scientific fantasia. Caos, Complessità & Cognizione: la scala del gradiente di esocognizione T-SGEC tra ipotesi  e prospettive, a partire dalla ricerca scientifica di A. L. Zaitsev  ed oltre le teorie Šklovskij/Sagan e la Scala Kardašëv, in Scienze e Ricerche n. 49, giugno 2017, pp. 5-15